Come fare una corretta misura del vuoto

 

Durante l’evacuazione dei sistemi a gas refrigerante è possibile che il valore del vuoto tenda a risalire rispetto al valore misurato con la pompa accesa.

Spesso, notando la risalita, si pensa erroneamente ad una perdita dell’impianto o ai tubi connessi alla strumentazione.

D’ istinto, per capire se la perdita è nell’impianto o nel sistema tubi-strumenti si intercetta la connessione all’impianto stesso isolando il vuoto solamente nei tubi flessibili e nel vacuometro. Nella quasi totalità dei casi si vedrà il valore del vuoto risalire ancora più velocemente avendo la percezione che ci sia una perdita, ma così non è.

Non viene infatti tenuto conto del fenomeno di degasamento: l’umidità e i gas contenuti nei materiali a contatto con il vuoto si rilasciano e occupano il volume residuo con conseguente innalzamento della pressione, tanto più marcato quanto più il volume è piccolo.

Per definire una risalita del valore di vuoto come una perdita, questa deve essere costante mentre se il valore risale velocemente all’inizio e poi si stabilizza siamo sicuramente in una condizione di degasamento senza perdita e quindi il vuoto deve essere ripetuto per poter essiccare meglio l’impianto.

 

Scarica l’articolo completo con gli esempi pratici

Allegato: INTERPRETAZIONE DELLA RISALITA DEL VUOTO_3

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy.Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie